martedì 10 luglio 2007

Don Alfonso 1890...




o del ben mangiare in ottima compagnia, e in uno stupendo scenario. L'evento si é svolto il 29 giugno scorso, ma non m'andava di liquidare questa bellissima esperienza in due righe, cosí ho aspettato di avere un pochino di tempo in piú per parlarne...benché anche adesso dovró essere piú concisa di quanto vorrei.
Allora, da dove comincio? Dai nomi dei miei compagni di avventura? Eccoli qua, in ordine sparso: Marzia, Chiara, Caterina, Giovy, Eugenio. Sto peró sicuramente dimenticando qualche nome, per esempio la fidanzata di Giovy ed il marito di Caterina. Perdonatemi!
Poi, un posticino ed un grazie un pó speciali per Sara, qui, ed Antonio Tombolini, qua. A proposito, Antonio, pensi in futuro di estendere i tuoi 'inviti al caffé' anche all'estero, per esempio qua in Spagna, o addirittura a Madrid ;)? Se si, please count me in, tra una chiacchiera e l'altra potrebbero nascere idee interessanti!
Tornando all'evento, io che sono arrivata con un, ehm, leggero ritardo (ma quel giorno mezza Roma si accalcava su tutte le consolari per stare nel weekend ovunque tranne che a Roma, checcepossofá?) Dicevo, e provo a non divagare oltre, arrivando tardi ho perso gli amuse-bouche e le entrées (o 'semplicemente' antipasti?) ed ancora faccio harakiri, pensate un pó, perché Sara e Marzia, le mie vicine al tavolo, m'hanno detto meraviglie!
Senza soffermarmi su tutti i piatti, a mio parere eccellenti ed equilibrati, e pur non avendo, sigh, una mia foto, non posso fare a meno di menzionare il riso Carnaroli al latte di mandorla con crostacei, spinaci selvatici e pepe bianco servito con un Moscato d'Asti docg 2006 (Sergio Soria) e gradevolmente accompagnato dai commenti della signora Livia Iaccarino in veste di sorridente anfitrione,che ci spiegava come tradizionalmente la cottura del riso avvenisse abitualmente, appunto, nel latte di mandorla. Chissá che non riesca prima o poi a fare qualche piccolo esperimento :)
Alla fine, e semmai ce ne fosse stato bisogno per ricordare la splendida giornata una volta tornati a casa, la signora Livia ci ha fatto omaggio della pasta prodotta nell'azienda di famiglia e che non ho perso tempo ovviamente ad immortalare...
Qui di seguito qualche link utile, per chi avesse voglia di curiosare :).
Last but not least, prossimo appuntamento con San Lorenzo per il 20 luglio, a cena al Symposium 4 stagioni: fossi in voi, tenterei la sorte!

San Lorenzo: il sito
Don Alfonso 1890
San Lorenzo: il club

3 commenti:

Antonio Tombolini ha detto...

Sono molto felice che la giornata ti sia piaciuta. E' un bel modo, secondo me, quello che stiamo tentando, di avvicinare questi luoghi-santuario della ristorazione "desacralizzandoli" un po', senza lo stress delle guide, dei critici (più o meno dilettanti...), e riscoprendone la dimensione umana e conviviale, che con la famiglia Iaccarino (ma con tanti altri grandi chef, ne sono sicuro!) è una gioia condividere!
Per il caffè a Madrid... comincia a cercare un buon caffè ;-)

violacea ha detto...

Ciao Angie, sono stra contenta che alla fine ce l'abbia fatta! era un appuntamento assolutamente da non perdere, il racconto poi è stato delizioso. unico rammarico è sapere che stavi a quattro passi e non averti incontrata, ma sarà per un'altra volta, l'importante è sapere che sia andata da Don Alfonso e che, tutte le volte che vuoi, puoi contare sulla tua amica campana!
bacioni

angie ha detto...

antonio: guarda che ti prendo in parola, eh? Da settembre, pausa caffé e 4 chiacchiere quando vuoi!

viola: ciao Adele, sei deliziosamente gentile come al solito. Lo so, é stato un appuntamento mancato purtroppo...ma sono certa che ci rifaremo :)