venerdì 18 maggio 2007

Empanada de atún


Se in generale non posso dire di aver abbracciato le tradizioni locali sul piano della gastronomia, questo piatto é un'eccezione perché appartiene al capitolo 'torte salate' :-), infatti l'ho giá fatta varie volte, e credo con buoni risultati. Le due varianti piú conosciute, almeno qui a Madrid, sono questa con il tonno ed un'altra con la carne, ed entrambe si trovano ovunque, che si tratti di un negozio minuscolo de toda la vida, un supermercato o una cafetería dove a qualsiasi ora del giorno si fanno spuntini a base prevalentemente di birra e tapas. Come spessissimo capita, ci sono varie versioni di questa ricetta: per fare la mia, ho preparato il ripieno in anticipo, poiché per rendere la pasta piú fragrante e gustosa l'idea é metterci l'olio risultante dalla cottura degli ingredienti.

La pasta:

farina 00 gr 300
lievito secco 1 cucchiaino
sale un cucchiaino
zucchero un cucchiaino raso
acqua tiepida un bicchiere circa

Il ripieno:

cipolla bianca 1 grande
peperone rosso mezzo
pomodori pelati gr 300 (in alternativa, pomodori maturi spellati)
sale pepe
paprika 1 cucchiaio raso
olio evo
tonno in olio extravergine gr 250

Per finire:

tuorlo d'uovo 1

Preparare il ripieno: appassire lentamente la cipolla in mezzo bicchiere d'olio (a me all'inizio sembrava tantissimo! invece non lo é perché si utilizza anche per la pasta...), aggiungere il peperone mondato e tagliato a dadini o listarelle sottili; salare, pepare, lasciar cuocere a fiamma bassa e poi aggiungere il pomodoro; terminare la cottura aggiungendo anche la paprika. Mentre il composto si raffredda, disporre la farina a fontana in una ciotola, aggiungere gli altri ingredienti piú l'olio ottenuto dalla cottura del ripieno ed impastare con acqua sufficiente ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Lasciar lievitare almeno un'ora al riparo da correnti d'aria, poi riprendere l'impasto e stenderne la metá sulla placca del forno; versarvi il ripieno e coprire uniformemente con la pasta rimanente, sigillandone i bordi con le dita. Spennellare il tuorlo sbattuto sulla superficie ed infornare per mezzora circa a 180 gradi.
Buon weekend!

5 commenti:

steph ha detto...

ay! me encaaaaaaaanta la empanada de atún!

Mary ha detto...

che scema. quando ho letto il nome la prima volta, ho letto aUtun. e ho detto: "ma che c'entra l' autunno se ormai siamo in estate??" poi ho letto bene... ;-P

angie ha detto...

Steph: cariiiiño! Si d verdad te gusta (igual que a mí) :-) habrá que prepararla d nuevo cuanto antes!

Mary: mmmh...sará stato l'abbiocco del dopopranzo? ;-)

BlogDolci ha detto...

Ciao, volevo solo informarti che il tuo splendodo blog è stato inserito tra i miei preferiti
http://blogdolci.com/?page_id=81

Se vuoi puoi inserire il link al mio blog:
http://blogdolci.com/

Blogdolci.com

angie ha detto...

blogdolci: il link é giá nella sidebar da un bel pó, solo, sotto forma di widget :-). grazie 1000 per i complimenti!