mercoledì 5 marzo 2008

Gelato alla pera con salsa al bourbon

Pear ice cream with bourbon sauce


Qualche giorno sono finalmente riuscita a trovare delle pere come si deve: sode, non troppo mature ma dolcissime. Perfette per farci il gelato! E pazienza se qui - come mi pare anche in Italia - é praticamente tornato l'inverno...ed ho riacceso i termosifoni :)
Fonte: timesonline
Ho adattato la ricetta ed eliminato il Calvados della ricetta originale, visto che avrei usato il whisky nella salsa. Sono certa peró che l'aggiunta di questo o anche di qualche cucchiaio di grappa di pere possa dare al sapore delle sfumature interessanti.

per 1/2 kg abbondante di gelato:

pere martine o kaiser 3
latte fresco intero 200 gr
panna 150 gr
tuorli 2
zucchero 80 gr
succo di 1 limone
vaniglia 1/2 stecca

per la salsa al bourbon:

zucchero bruno 85 gr
amido 1 cucchiaio
burro 50 gr (io ne ho usato meno)
bourbon whisky 6 cucchiai
acqua bollente 300 gr

Sbucciare le pere, ridurle in quarti e poi in cubetti; unire subito il succo di limone per rallentare l'ossidazione del frutto e portare sul fuoco; sobbollire una decina di minuti al massimo.
Frullare le pere e lasciarle raffreddare. Ricavare i semini incidendo la vaniglia con un coltellino, aggiungere bacca e semi al latte e scaldare bene. Battere tuorli e zucchero, aggiungere il latte a filo e poi preparare una crema inglese, mescolando su fuoco dolce fino a 82-85 gradi di temperatura o finché la crema vela il cucchiaio. Lasciar raffreddare la crema, poi unire le pere ed infine la panna. Mantecare nella gelatiera.
Per la salsa, mescolare in una piccola pentola zucchero e amido, aggiungere l'acqua e portare sul fuoco, poi lasciar sobbollire qualche minuto a fuoco medio. Ritirare dal fuoco, incorporare il burro a pezzetti ed infine il whisky.
Versarla sul gelato quasi subito per il classico, piacevole effetto freddo-caldo.

14 commenti:

salsadisapa ha detto...

complimenti, ricetta deliziosa :-)) domanda: per quanto tempo fai mantecare? hai qualche accorgimento? una volta mi è successo che non si è "gonfiato" e non ho capito perché...

angie ha detto...

Grazie sds ;). A proposito della mantecatura: io ho un normale gelataio Simac, che, seguendo le istruzioni, faccio 'raffreddare' collegandolo alla corrente per 5 minuti circa. Dopo, semplicemente avvio le pale e verso la crema nel cestello. Il gelato 'si fa' in 30-35 minuti a seconda della temperatura esterna. Quello che hai sperimentato é strano...che gelatiera hai?

marcella candido cianchetti ha detto...

che abbinamento godurioso,anche se è tornato il freddo và benissimo in casa al calduccio buon fine settimana

elisabetta ha detto...

Ciao, posso farti i complimenti per queste bellissime foto (oltre che per le relative ricette)?

astrofiammante ha detto...

c'è un metodo anche senza la gelatiera? intanto mi godo la visione della tua foto, se potessi pucciare..........
ciao.

Spilucchina ha detto...

Questo gelato dev'essere la fine del mondo!
Che goduriaaa!

unika ha detto...

una bella ricetta....la foto poi....deliziosa:-)
Annamaria

Maryann ha detto...

Hi Angie! This gelato is just too good! And I want some right now! Great job! :)

comidademama ha detto...

mamma mia che bellissima immagine che hai fatto, fantastico!

Imma ha detto...

Buonissimo questo gelato!!!E la foto lo fa sembrare cosi' vicino da voler leccare lo schermo!!!!!

Claudia ha detto...

non ho la gelatiera, ma mi hai fatto venire la voglia immediata!
che me la compro?
;)
un bacetto
Cla

marcella candido cianchetti ha detto...

buon inizio di settimana

angie ha detto...

marcella: grazie! Buon lunedi anche a te :)

claudia: guarda,io ci ho pensato un bel pó, poi l'ho presa e sono contentissima! Se la compri non te ne pentirai :)

imma: benvenuta!

elena: forse 'cropping' eccessivo, ma grazie cara :)

maryann: thank you dear!

unika: la cosa interessante é che il sapore di frutta é intenso e gradevole...

spilucchina: ciao e benvenuta :)

astrofiammante: il metodo ci sarebbe, consiste semplicemente nel mettere la crema nel freezer e mescolare ogni mezzora al massimo per evitare la formazione di cristalli di ghiaccio, finché non siamo soddisfatti della consistenza. non é proprio la stessa cosa ma c'è addirittura gente che preferisce questo alla mantecatura in gelatiera...fammi sapere!

elisabetta: grazie, sei gentilissima:)

Claudia ha detto...

grazie
adesso chi mi ferma più
:*
Cla