martedì 20 novembre 2007

Flammekueche






















A Parigi, abbiamo cenato una sera in un ristorante alsaziano e questo piatto, ordinato dai vicini di tavolo, mi aveva cosí stuzzicato che ne avrei chiesta una porzione al posto del dessert. Invece, la mia coscienza contacalorie mi ha trattenuta ;), ed ho invece deciso che mi sarei portata a casa il formaggio munster - fetente ma buonissimo - per prepararla a casa.
La flammekueche (letteralmente torta alla fiamma) é probabilmente insieme allo choucroute uno tra i piatti piú conosciuti della gastronomia alsaziana. Robusta ed appetitosa, puó essere una buona alternativa alla pizza casalinga, oltre che una coccola adatta ad una giornata fredda e piovosa come quella che osservo oggi dalle mie finestre...
Superfluo dire che esistono diverse versioni della preparazione. Alcune prevedono come base la pasta della pizza, mentre stando alle indicazioni di massima che m'ha dato la ragazza nel locale, il guscio deve essere fatto con una pâte fine (perció sicuramente senza lievito). Per amore di cronaca e per la mia voglia naturale di sperimentare, ne ho fatte due diverse. Verdetto: la flammekuche con la base senza lievito é senz'altro superiore, preparatela cosí!

la pasta:
200 gr farina
2 cucchiai olio evo
acqua tiepida
sale

il ripieno:
1/2 confezione formaggio bianco
100 gr munster, sostituibile con gruyère, e secondo me anche con del taleggio
1 cipolla
vino bianco (riesling per essere filologici ;), oppure un bianco a scelta)
100 grammi pancetta cruda o affumicata a dadini
4 cucchiai panna densa, io ho utilizzato la crème fraîche della Vrai

Affettare sottilmente la cipolla e lasciarla a bagno coperta con vino bianco almeno per un'ora. Disporre la farina a fontana, aggiungere il sale, l'olio e mescolare con acqua tiepida sufficiente ad ottenere un impasto elastico ed omogeneo. Avvolgere in carta trasparente e lasciar riposare almeno mezzora. Successivamente stendere la pasta col mattarello in una sfoglia da qualche millimetro e ricoprirla lasciando liberi i bordi con il formaggio mescolato con la panna. Aggiungere la cipolla ben scolata e distribuirvi la pancetta. Io ci ho spolverato anche del pepe macinato al momento. Infornare a 200 gradi almeno, per una decina di minuti dando un'occhiata affinché i bordi non si asciughino troppo. Poi aggiungervi il formaggio a pezzetti e lasciarlo fondere per qualche minuto.
Servirla caldissima.

9 commenti:

Lory ha detto...

Fontina secondo te???
Anche quella molto fetente ;-))
Se passi da me nell'ultimo post cè una domandina per te ;-))

Lory ha detto...

Ehhhhh però,io nn vedo la tua mail!!!
Come faccio?? ;-))

angie ha detto...

Lory: sei un tesoro e io, una lavativa ;).
amusci@gmail.com

baci

Jelly ha detto...

Deve essere veramente buona!!! Anche a me piace molto sperimentare i piatti scoperti durante i viaggi!

ElGatoQuePesca ha detto...

Hola, te escribo en castellano porque el italiano escrito no es mi fuerte, tienes un muy lindo blog, podrias traducirlo?
Sabrias de webs online italianas donde comprar los fierros para hacer
ferratelles ? mi abuela me los hacia hace años pero no encuentro o no se buscar los fierros para ellos (vivo en Madrid)
te copiare mas de una receta
un placer
Andrea (femina)

angie ha detto...

jelly: ciao e benvenuta! Quanto alla ricetta, se la provi non te ne pentirai...

elgatoquepesca: muuuuy buenas! Aquí tienes una noticia en exclusiva: muy pronto cada nueva receta que ponga tendrá su version al castellano! Por lo que se refiere a las ferratelle, t informaré en cuanto sepa. Por cualquier otra consulta o pregunta:
amusci@gmail.com

ciao!

Dolcetto ha detto...

Dev'essere davvero deliziosa questa "torta"... Non ho mai assaggiato nulla della cucina alsaziana (che mi incuriosisce molto!) e questa sarebbe una gran buona prima volta...

angie ha detto...

dolcetto: a me é piaciuta davvero molt, tanto che in questi giorni mi metto alla ricerca del formaggio per poterla rifare :D
besos

Mammagiramondo. ha detto...

Abbiamo da poco mangiato la Flammekueche in Alsazia e volevo ringraziarti per questa ricetta che proveremo presto!! Per adesso l'ho linkata sul mio blog, spero non ti dispiaccia:
http://mammagiramondo.blogspot.com/2009/05/scienza-castelli-e-fiabe-capitolo.html
Un saluto