mercoledì 24 ottobre 2007

Rose & chiocciole di brioche, due versioni





















Tappata in casa da diversi giorni e imbacuccata come un palombaro per il raffreddore, sono peró riuscita a preparare questa ricettina...Ero leggermente scettica all'inizio, ma il risultato mi ha convinta cosí tanto che ho messo subito una parte delle brioche in freezer, per centellinare la tentazione :)

gr 350 farina 00
gr 150 manitoba
gr 80 zucchero
gr 60 burro
2 cucchiaini acqua fiori d'arancio
scorza 1 arancia grattugiata
1 bustina scarsa lievito di birra secco
200 ml circa di latte caldo

1 tuorlo
4 cucchiai mandorle in polvere
2 cucchiai uvetta giá ammollata in rum o acqua
2 cuccchiai miele acacia/millefiori
3 cucchiai dulce de leche

Disporre le farine a fontana con zucchero, lievito, il burro fuso e raffreddato, la scorza d'arancia e l'acqua di fiori d'arancio. Impastare aggiungendo il latte poco a poco come al solito, e quando il composto sará ben idratato sbattere e lavorare l'impasto per 5 minuti circa. Incidere con u taglio a croce e lasciar lievitare per un¡ora e mezzo circa. In seguito riprendere e sgonfiare la pasta con il pugno, dividerla in pezzi e stenderli in quadrati, ognuno ad un'altezza di 1/2 cm al massimo. Ora pareggiare i bordi col coltello e ricoprire ogni pezzo di pasta con dulce de leche oppure spalmarlo di miele e ricoprire di mandorle, poi distribuirvi l'uvetta.
Arrotolare i quadrati di pasta pe ottenere dei cilindri. Poi avvolgerli su se stessi a chiocciola, come ho fatto per la brioche al dulce de leche, o tagliarli in grossi pezzi con il coltello.
Sistemare le brioche subito su una o diverse teglie rivestite di carta forno, spennellare con il tuorlo l'uovo leggermente diluito con acqua e lasciare lievitare ancora un'oretta. Infine cuocere in forno giá caldo per 15 min circa a 200-210 gradi, sorvegliando la cottura.

4 commenti:

Dolcetto ha detto...

Buonissimi entrambi! E fanno un figurone, come anche i pacchetti qui sotto!

Adrenalina ha detto...

Spettacolo!!! Poi io adoro il dulce de leche, ho appena incaricato la zia che si farà un giretto a Madrid, di portarmene un vasetto!! Sicuro poi le preparo...ma senza uvetta va bene lo stesso?
Brava e buona guarigione!

P.S. io preparo una torta di rose che è un pochino simile...

angie ha detto...

dolcetto: bentrovata!

adrenalina: brava! se puoi, fattene portare anche di piú.;)
quanto alla ricetta, le farciture sono una solo con dulce de leche, l'altra con tutto il resto :)
Forse non é chiaro nella ricetta? chiedi pure!

catepol ha detto...

fame che mi fai venire e sto a dieta... certo che mi ricordo :-)

grazie di aver commentato da me

il bello dei blog è che un mondo vario e che siamo tutti diversi...meglio così