martedì 24 luglio 2007

Salmorejo


Secondo post della serie Echo en España, ed anche stavolta ho preparato una zuppa fredda, giacché siamo nella stagione adatta.
La fonte da cui attingo la ricetta é El libro de cocina, María Jesús Gil Antuñano, ed. El Pais Aguilar, uno dei pochi libri di cucina in spagnolo (intendo scritti in spagnolo) che albergano sul mio scaffale...
Il salmorejo, tipico del sud, é una specie di parente stretto del gazpacho col quale condivide diversi ingredienti tra cui naturalmente il pomodoro.
L'accompagnamento tradizionalmente prevede jamón serrano e/o uova sode e crostini, ma io per una questione di tempo e, vabbé lo ammetto, anche per ridurre le calorie, mi sono limitata a delle briciole di formaggio fresco e a dell'erba cipollina. Roba da far rabbrividire i puristi insomma ;). D'altro canto peró, mi sono accorta che é un'ottimo 'spezzafame' (e c'é da dire che io ho fame a tutte le ore) che sostituisce robine meno sane come snack & affini, quindi puó essere una buona idea farne un pó di piú per i momenti ad alto rischio calorico :).

per due
pomodori rossi maturi gr 300
pane raffermo (la ricetta richiederebbe pan candeal, il pane bianco di qui) gr 100
aglio 1 spicchio piccolo
sale/aceto 2 cucchiai/olio evo 3 cucchiai

Tagliare a pezzi i pomodori, mondare l'aglio eliminando eventualmente il germe ed ammorbidire il pane spezzettato con l'aceto. Passare tutti gli ingredienti prima al mixer fino ad ottenere una crema omogenea, poi allo chinois per eliminare i semi e la pelle del pomodoro: io ho saltato questo passaggio e...beh, si sentiva. La prossima volta bando alla pigrizia! Infine, aggiustare di sale e tenere in frigo fino al momento di servire con gli ingredienti scelti per accompagnarlo.

2 commenti:

lefrancbuveur ha detto...

buonissimo deve essere, complimenti!

angie ha detto...

le franc: grazie!:) Fammi sapere se lo provi...